Sura LXXXIII. Al-Mutaffifìn (I Frodatori)

Pre-Eg. n. 86. Di 36 versetti. Il nome della sura deriva dal vers. 1

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Guai ai frodatori,

2. che quando comprano esigono colma la misura,

3. ma quando sono loro a misurare o a pesare, truffano.

4. Non pensano che saranno resuscitati,

5. in un Giorno terribile,

6. il Giorno in cui le genti saranno ritte davanti al Signore dei mondi?

7. No, in verità il registro dei peccatori è nella Segreta [1] ;

8. e chi mai ti farà comprendere cos’è la Segreta?

9. È uno scritto vergato.

0. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna,

1. che tacciano di menzogna il Giorno del Giudizio.

2. Non lo taccia di menzogna altri che il peccatore inveterato,

3. che, quando gli sono recitati i Nostri versetti, dice: «Favole degli antichi!».

4. Niente affatto: è piuttosto quello che fanno che copre i loro cuori.

5. Niente affatto: in verità in quel Giorno un velo li escluderà dal vedere il loro Signore,

6. e poi cadranno nella Fornace.

7. Sarà detto loro: «Ecco quello che tacciavate di menzogna!».

8. Niente affatto: il registro dei caritatevoli sarà nelle Altezze [2] .

9. E chi mai ti farà comprendere cosa sono le Altezze?

20. È uno scritto vergato.

21. I ravvicinati [3] ne renderanno testimonianza.

22. I giusti saranno nella delizia,

23. [appoggiati] su alti divani guarderanno.

24. Sui loro volti vedrai il riflesso della Delizia.

25. Berranno un nettare puro, suggellato

26. con suggello di muschio – che vi aspirino coloro che ne sono degni

27. [un nettare] mescolato con Tasnîm [4] ,

28. fonte di cui berranno i ravvicinati.

29. Invero i malvagi schernivano i credenti [5] ;

30. quando passavano nei loro pressi si davano occhiate,

31. ritornando dalla loro gente, si burlavano di loro;

32. e quando li vedevano, dicevano: «Davvero sono fuorviati!».

33. Certo non hanno avuto l’incarico di vegliare su di loro.

34. Oggi invece sono i credenti a ridere dei miscredenti:

35. [appoggiati] su alti divani guarderanno.

36. I miscredenti non sono forse compensati per quello che hanno fatto?


[1] «la Segreta»: con questo termine che abbiamo reso «as-sijjin» poiché molti tra i più autorevoli commentatori hanno scritto che esso implica il concetto di «sotterraneo» e di carcere. Secondo altri si tratta del nome proprio della lista che, nell’Infemo, registrerà il nome dei dannati, ipotesi avvalorata dal vers. 9

[2] «le Altezze»: uno dei luoghi del Paradiso.

[3] «I ravvicinati»: o «al muqarabbìn» una particolare categoria di angeli o anche i beati.

[4] «Tasnim»: il nome di una fonte del Paradiso. Significa lett. sorgente di acqua abbondante.

[5] Il Corano descrive l’atteggiamento dei pagani nei contronti dei musulmani: scherno, occhiate ironiche, pesanti ironie, dileggio.