Sura XCIX. Az-Zalzalah

(Il Terremoto)

Post-Eg. n. 93. Di 8 versetti. Il nome della sura deriva dal vers. 1

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Quando la terra sarà agitata nel terremoto [1] ,

2. la terra rigetterà i suoi fardelli [2] ,

3. e dirà l’uomo: «Cosa le succede?».

4. In quel Giorno racconterà le sue storie [3] ,

5. giacché il tuo Signore gliele avrà ispirate.

6. In quel Giorno gli uomini usciranno in gruppi [4] , affinché siano mostrate loro le loro opere [5] .

7. Chi avrà fatto [anche solo] il peso di un atomo di bene lo vedrà,

8. e chi avrà fatto [anche solo] il peso di un atomo di male lo vedrà [6] .


[1] Il terremoto (quello generale e finale) uno dei segni dell’Ora.

[2] Le spoglie degli uomini che sono sepolti in essa.

[3] Come tutto il resto della creazione, anche la terra testimonierà delle azioni degli uomini.

[4] «usciranno in gruppi»: dalle loro tombe.

[5] «affinché siano mostrate…»: affinché gli uomini si possano rendere conto della reale portata delle loro azioni. Disse l’Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui): «In verità l’uomo dorme, è quando muore che si sveglia».

[6] Il Profeta Muhammad (pace e benedizioni su di lui) disse che i due versetti che concludono questa sura sono i più terrificanti di tutto il Corano.